Quadro Economico USA – il mercato delle M&A e’ in ripresa per le aziende medio piccole


iulia@plus972group.com
Quadro Economico USA – il mercato delle...

I dati piu’ recenti pubblicati dal Bureau of Economic Analysis (BEA) registrano la solidità del quadro economico degli Stati Uniti, con un PIL che evidenzia, nel terzo trimestre del 2017, una crescita pari al 3,2%.

L’economia degli USA rimane tra le più floride e competitive al mondo. La solidità del mercato, il crescente potere d’acquisto e la diminuzione dei tassi di disoccupazione sono i principali punti di forza per cui gli Stati Uniti costituiscono l’approdo ideale per le imprese che vogliano internazionalizzarsi.

Gli USA mantengono infatti una posizione di privilegio come mercato di destinazione dell’export italiano. Nel 2017 sono stati registrati più di 68 miliardi di dollari negli scambi commerciali tra i due paesi (per l’Italia gli USA sono il primo trader commerciale).

Il settore consumer è il più ampio al mondo. Nel 2016 le famiglie USA (con un reddito medio di $59k/annui) hanno acquistato beni e servizi per circa 13 mila miliardi, corrispondenti a quasi un terzo dell’intero consumo globale.

Gli USA – oltre ad essere leader nella ricerca e nello sviluppo, nella innovazione, cosi’ come nella produzione di beni e servizi – ospitano le aziende più solide e competitive al mondo. I comparti industriali che continuano a registrare crescita, successo e maggiori guadagni sono:

  • Automotive; meccanica; macchinari ed attrezzature
  • Farmaceutico, chimico e medicale
  • Beni di consumo
  • Energetico
  • Tecnologie ambientali
  • Logistica e trasporto
  • Software e IT
  • Tessile
  • Turismo e hospitality

Nel 2017, le esportazioni verso gli USA sono cresciute giungendo a $182.5B, con una tendenza positiva del commercio estero dall’Italia verso gli Stati Uniti.

Dove si insediano le imprese italiane?

Per quanto riguarda la distribuzione geografica nel territorio degli USA, la concentrazione maggiore delle imprese italiane è nel Sud (oltre il 37%).

Segue il Nord Est con il 28%

Midwest con il 21%

Ovest con il 14%.

Vantaggi del segmento piccole e medie imprese.

Tale segmento viene identificato tra i $5 ed i $100 milioni di reddito annui. Negli Stati Uniti e’ composto da circa 350mila aziende che generalmente beneficiano di una migliore valutazione per il volume di opportunita’ di crescita.

I baby boomers rappresentano la maggiore percentuale della proprieta’ di tale segmento Le statistiche mostrano la criticita’ del passaggio generazionale (e dunque le opportunita’) poiche’ una parte della prole ha intrapreso carriere in altre aree professionali.

Per investitori e buyers, il segmento in esame permette valutazioni migliori, costi piu’ bassi ma ritorni piu’ alti se comparati con l’upper middle market. In particolare, il multiplo del prezzo di acquisto medio calcolato su 10 anni per aziende al di sotto dei $250milioni e’ di 7.3 volte.

The information provided here does not, and is not intended to, constitute legal advice but simply information for general purposes only and may not be the most up to date. Use of our website or any of its links or resources do not create an attorney-client relationship between the reader, user, or browser and the law firm. The views expressed at, or through, this site are those of the individual authors writing in their individual capacities only.

Show Comments (0)

Comments